Marche Innovazione

Portale dell'innovazione nella Regione Marche

Smart Specialisation Strategy

Impresa 4.0

Il concetto di Impresa 4.0 è ormai ampiamente diffuso nel lessico e nella conoscenza comune ma la sua applicazione in ambito industriale sul territorio nazionale rimane circoscritta.

Le imprese che hanno saputo implementare nuove soluzioni tecnologiche e sfruttare i vantaggi della digitalizzazione, oltre alle diponibilità finanziarie per gli investimenti, hanno potuto contare sulle capacità di un capitale umano di elevata qualità e aggiornamento (smart). L’introduzione di soluzioni 4.0 non richiedono solo competenze tecnologiche in quanto le soft skills e le behavioural skills sono altrettanto rilevanti.

La competizione del mercato e la rapidità dei cambiamenti suggeriscono dal lato aziendale l’adozione di soluzioni agili e flessibili per la produzione, la comunicazione e la gestione operativa, mentre dal lato delle persone richiedono una maggiore resilienza per affrontare le sfide continue. Non solo le tecnologie, ma anche le skills sono in continua evoluzione. Le attività di upskilling e reskilling delle competenze del personale devono essere pianificate annualmente secondo specifiche roadmap e monitorate durante l’intero percorso formativo del personale.

L’arrivo della crisi sanitaria globale ha trovato gran parte delle imprese italiane impreparate nella capacità di gestire una situazione imprevedibile, esasperando una situazione già precaria per la sua competitività e dinamicità. Il continuo cambiamento della tecnologia e la relativa rapidità di obsolescenza delle soluzioni hanno amplificato il concetto di rischio degli investimenti con ripercussioni sulla gestione delle innovazioni di processo e di prodotto.

Negli anni che hanno preceduto la crisi sanitaria, non tutte le aziende sono state capaci di tenere il passo dell’innovazione sia per motivi finanziari che di competenze. Un simile contesto richiede continui aggiornamenti sulla formazione del personale, importanti investimenti in nuove tecnologie mantenendo il focus sulla customer satisfaction, garantendo un elevato standard qualitativo, alti ritmi di produzione e riduzione dei costi operativi.

Le aziende che negli anni precedenti avevano adottato soluzioni di Industria 4.0 hanno dimostrato di aver saputo adattarsi meglio alle nuove condizioni imposte dall’emergenza sanitaria Covid-19.

Questo è un aspetto centrale, che conferma la appropriatezza delle scelte di politica industriale e di investimenti in tecnologie 4.0. Aver iniziato la digitalizzazione a partire dalla fabbrica, come suggerito e incentivato negli ultimi 3-4 anni da Industria 4.0 ha consentito di gestire con maggiore velocità e preparazione gli effetti del lockdown.

A titolo di esempio hanno saputo mantenere la produzione attiva durante il lockdown e ridotto le perdite di clienti, almeno in parte, le imprese che in precedenza avevano:

  • sensorizzato le macchine in modo da poter gestire in remoto la programmazione della produzione;
  • inserito i cRobot per la produzione ibrida uomo-macchina;
  • acquisito i software di Data Analytics per la gestione a distanza della manutenzione;
  • dotato i lavoratori e i tecnici di device per l’accesso in remoto dei dati (tablet, applicazioni mobile);
  • dotato i lavoratori di dispositivi di protezione individuale in grado di portare a bordo sistemi di rilevazione delle distanze (braccialetti, orologi, wearable) configurabili per soluzioni di sicurezza sul posto di lavoro;
  • condiviso con i fornitori soluzioni software per la programmazione della produzione in grado di effettuare simulazioni sulla robustezza della supply chain in modo da prevenire o mitigare la disruption dei flussi operativi;
  • iniziato percorsi di e-commerce e web marketing tali da poter contattare i clienti online e gestire le transazioni in forma digitale;
  • portato su sistemi ERP e di controllo di gestione con applicazioni cloud la documentazione aziendale in modo da gestire i processi amministrativi da remoto.

Il periodo di lockdown è stato affrontato meglio da coloro che hanno investito nella digitalizzazione. La gestione delle macchine da remoto grazie alle maggior automazione delle linee di produzione cosi come la possibilità di accedere alla documentazione aziendale digitalizzata e centralizzata sono solo alcuni dei vantaggi che le tecnologie abilitanti del piano Industria 4.0 hanno potuto portare alle aziende che veramente hanno intrapreso il cammino della digitalizzazione.

Alcuni studi hanno evidenziato come le imprese che hanno adottato in modo avanzato Smart working e Digitalizzazione hanno realizzato elevati aumenti di produttività in particolare con la riduzione «costi di setup» (Trasporti, Spazio di ufficio, Riunioni).

Le imprese che prima del lockdown non hanno avuto la possibilità di fare investimenti nella digitalizzazione hanno invece avuto maggiori criticità nell’adattarsi alle nuove condizioni lavorative con ripercussioni sulla visibilità dei processi, sulla comunicazione aziendale e in generale sull’efficienza e sulle performance.

 

A seguire le sezioni consultabili in questa pagina:

NORMATIVA

STRUMENTI DI INCENTIVO E PROGETTI IMPRESA 4.0 NELLA REGIONE MARCHE

DIGITAL INNOVATION HUB E COMPETENCE CENTER

PIATTAFORME COLLABORATIVE IMPRESA 4.0

NEWS IMPRESA 4.0 DA MARCHE INNOVAZIONE