Marche Innovazione

Portale dell'innovazione nella Regione Marche

Smart Specialisation Strategy

Piattaforme Collaborative Impresa 4.0

La seguente sezione contiene tutte le piattaforme collaborative afferenti a Impresa 4.0.

A servizio delle aziende, per raggiungere gli obiettivi del Piano Impresa 4.0, ci sono anche le Piattaforme Europee. Ne elenchiamo alcune:

  • EFFRAhttps://www.effra.eu/ è una piattaforma collaborativa europea, no profit, con l'obiettivo di promuovere soluzioni tecnologiche innovative in Industry 4.0.  L'obiettivo generale del partenariato è garantire la crescita economica delle imprese, garantendo nuovi posti di lavoro. La partnership è composta da imprese, università e centri di ricerca ed ha identificato industria 4.0 come driver centrale per la crescita economica. All'interno di Industria 4.0, EFFRA propone il programma operativo "fabbriche del futuro" identificando 5 aree prioritarie di interesse:
    • processi e servizi di produzione avanzati per lo zero defect manufacturing
    • capitale umano - sviluppare conoscenze e competenze in sinergia con il progresso tecnologico
    • economia circolare
    • piattaforme di produzione digitale interconnesse e interoperabili
    • reti di valore fessibili e riconfigurabili
  • World Manufacturing Forum - https://www.worldmanufacturingforum.org/ è un forum che promuove l'innovazione e lo sviluppo del manifatturiero. Si incontra ogni anno ed ha identificato come aree di sviluppo del manifatturiero:
    • capitale umano
    • cognitive manufacturing - macchine intelligenti e interconnesse 
    • produzione personalizzata 
    • economia circolare
  • SPIREhttps://www.spire2030.eu/intro è un'associazione che rappresenta il 20% dell'industria manifatturiera europea in termini di fatturato ed occupazione, riunendo imprese che operano in settori diversi, quali cemento, ceramica, acciaio, metalli, minerali, molti dei quali sono settori leader a livello europeo. Fra i key topic identificati:
    • capitale umano e la creazione di nuove skills
    • economia circolare
    • piattaforme interconnesse che facilitino l'utilizzo dei dati
    • favorire l'efficienza energetica in termini di CO2 e energie rinnovabili

 

In occasione dell'incontro del Tavolo di Lavoro Meccatronica e Manifattura sostenibile, il Cluster Marche Manufacturing ha presentato un elenco più esaustivo di queste Piattafome Tecnologiche Europee:

European Technology Platforms, Public-Private Partnerships, altre organizzazioni di rilievo

 

Con un investimento pubblico-privato da circa 9 milioni per i prossimi 7 anni, le Marche possono contare sulla prima piattaforma regionale dedicata all’industria 4.0 (www.i-labs.it), sulla quale interagiscono imprese e mondo della ricerca, un laboratorio a disposizione delle imprese con una grande collaborazione del mondo universitario, dove le aziende più grandi insieme a quelle più piccole, potranno fare innovazione.

Il programma di investimento prevedeva la realizzazione di un laboratorio dedicato a ricerca, trasferimento tecnologico e formazione. Il laboratorio permetterà alle aziende del partenariato di potenziare le proprie attività di ricerca attraverso l’uso di tecnologie avanzate e la collaborazione attiva con ricercatori, così come di  sperimentare e valutare tecnologie innovative da inserire nei propri processi produttivi. Saranno messe a punto soluzioni innovative basate su robot collaborativi di varie taglie e capacità di carico, sistemi per controllo di qualità, sistemi intelligenti di gestione della fabbrica, sistemi flessibili per poter gestire produzioni diverse con tempi di allestimento estremamente brevi, sistemi per la sicurezza dei dati, sistemi per il monitoraggio dell’ambiente e degli operatori in grado di rendere la fabbrica simbiotica con gli operatori stessi e concretizzare il principio dello human-centered manufacturing.

Con una dotazione finanziaria e contributo concesso di € 5.143.795,54 ed un investimento ammesso di € 8.878.282,22.

Per consultare gli atti legati al bando e per saperne di più, vai alla pagina bandi di Marche Innovazione.

Il progetto approvato dal bando:

Il solo progetto presentato e poi approvato è costituito da un’aggregazione pubblico-privata composta da 23 soggetti che coinvolge l’Università Politecnica delle Marche, l’Università degli Studi di Camerino, il centro di innovazione e trasferimento tecnologico Meccano, la Fondazione Cluster Marche di Ancona e 19 imprese appartenenti a diversi settori dalla meccatronica all’agroalimentare, dal calzaturiero al settore dell’arredamento.

IL LABORATORIO

Punto chiave del programma di investimento, oltre allo sviluppo di progetti di ricerca e innovazione, è la realizzazione di un laboratorio che fungerà come dimostratore prototipale e permetterà alle aziende del partenariato di:

  • potenziare le proprie attività di ricerca attraverso l’uso di tecnologie avanzate e la collaborazione attiva con ricercatori,
  • così come di sperimentare le tecnologie innovative da inserire nei propri processi produttivi.

Il laboratorio, inoltre, costituirà un centro di specializzazione e di trasferimento delle conoscenze e delle competenze sulle tecnologie sperimentate, in grado di migliorare la capacità di attrazione di investimenti e di talenti. La collaborazione tra università, scuole, ITS e aziende risulta, infatti, un fattore chiave di successo per la creazione di percorsi didattici mirati alla formazione di capitale umano qualificato.

Saranno messe a punto soluzioni innovative basate su:

  • robot collaborativi di varie taglie e capacità di carico,
  • sistemi per controllo di qualità,
  • sistemi intelligenti di gestione della fabbrica,
  • sistemi flessibili per poter gestire produzioni diverse con tempi di allestimento estremamente brevi,
  • sistemi per la sicurezza dei dati,
  • sistemi per il monitoraggio dell’ambiente e degli operatori in grado di rendere la fabbrica simbiotica con gli operatori stessi e concretizzare il principio dello human-centered manufacturing.

Il laboratorio, con un piano di sviluppo settennale, ha l’ambizione diventare un punto di riferimento non solo per il territorio regionale ma anche nel panorama nazionale ed europeo, favorendo così lo sviluppo di reti lunghe e collegamenti coordinati e stabili.

Il laboratorio fungerà inoltre da volano per la nascita e avvio di start up ad alta intensità di conoscenza e di spin off di ricerca.

Si stima che almeno il 25% delle aziende locali potranno avvantaggiarsi attraverso l’adozione di queste tecnologie, in grado di supportare lo sviluppo di prodotti di elevata qualità, personalizzati ma con un costo accessibile.

Nell'ambito del programma INTERREG EUROPE, la Regione Marche partecipa in qualità di partner di un Consorzio formato da amministrazioni pubbliche di varie regioni europee al progetto INNOPROVEMENT, con un partenariato proveniente da 7 diverse regioni d’Europa:

Il progetto intende stimolare un confronto costruttivo tra i partner sulle azioni già attivate e quelle da attivare per favorire la trasformazione dei processi manifatturieri secondo la nuova rivoluzione industriale “Industria 4.0”.

La condivisione delle buone pratiche già adottate da alcuni dei partner partecipanti inerenti la trasformazione digitale in atto rappresentano l’attività cardine del progetto e l’utilizzo dei risultati già ottenuti e condivisi serviranno agli altri per elaborerà i rispettivi programmi al fine di migliorare i propri strumenti politici di intervento.