Marche Innovazione

Portale dell'innovazione nella Regione Marche

Smart Specialisation Strategy

Eventi

Eventi futuri

Non ci sono eventi futuri in programma. 

Eventi passati

Smart Box è un prototipo domotico finanziato con i fondi Por Fesr della Regione Marche in grado di raccogliere informazioni sui comportamenti umani nel pieno rispetto della privacy. Smart Box è frutto di un progetto sviluppato sinergicamente dalle imprese locali Grottini, Videx, Cisel, Inim Eletronics e 4D Engineering e dalle Università Politecnica delle Marche e di Modena e Reggio Emilia. I risultati del progetto dimostrano la possibilità concreta di integrare sensori sviluppati appositamente con altri presenti sul mercato attraverso semplici sistemi di configurazione. Si rende possibile la creazione di uno spazio sensibile, con lo sviluppo di un innovativo pavimento intelligente, dove sistemi e sensori sono inseriti in componenti quali pareti, arredi, pavimentazione, già applicabili a prototipi in scala reale, come un negozio o un’abitazione. Ogni movimento viene monitorato, fornendo indicazioni sui gusti dei consumatori o sulle attività domestiche di una persona.

Smart Box ha trovato il favore del colosso cinese delle telecomunicazioni Huawei che lo utilizza a Milano nel primo negozio monomarca in Europa trasformandolo in un punto di vendita avveniristico che pone al centro dell'attenzione l’analisi del comportamento del cliente, attraverso sensori e pavimenti. 

Il prototipo, allestito presso la Grottini Retail Environments di Porto Recanati è stato visitato dal Presidente della Regione, Luca Ceriscioli e dall’assessora alle Politiche comunitarie, Manuela Bora (con questo link potete guardare il video della visita pubblicato dalla Regione Marche). 

“Oggi abbiamo esaudito un desiderio: quello di vedere le aziende collaborare e sviluppare assieme soluzioni smart per competere sul mercato internazionale, conseguendo risultati tecnologici sbalorditivi - ha commentato Ceriscioli – L’esperienza vissuta con queste aziende ci dà slancio ed entusiasmo per continuare a sostenere una progettualità sempre più richiesta dalle imprese marchigiane”. Grazie ai fondi europei che finanziano l’innovazione, “le imprese che rappresentano un’eccellenza tecnologica hanno avuto la possibilità di lavorare insieme, inventare prodotti che sfidano il mercato. La forza dell’innovazione offre la possibilità di crescere e di conoscersi per costruire le nuove soluzioni chieste dal mercato e i successi commerciali che sostengono l’economia regionale”.

Smart Box è stato finanziato con un bando che promuove la specializzazione tecnologica intelligente e che “ha saputo coniugare gli investimenti con la formazione e la qualificazione professionale – ha rimarcato l’assessora Bora – Riteniamo questo un valore aggiunto da valorizzare, come la capacità di lavorare assieme, in filiera. Una strategia che riproporremo con i nuovi bandi promossi attraverso i fondi aggiuntivi per le aree terremotate”. Smart Box è uno dei 28 progetti realizzati o in corso di ultimazione, da imprese e organismi di ricerca nel periodo 2016-2019, per un investimento superiore a 38 milioni di euro, sostenuto con 18,5 milioni di fondi europei. Dopo tre anni di attività, Smart Box è giunto alla sua conclusione, con importanti risultati applicativi e il 70 per cento dei ricercatori che l’hanno implementato assunti stabilmente in una delle aziende partner.

Il 5 giugno 2018 alle ore 14.00, a Palazzo Li Madou di Ancona presso la sede della Regione Marche si è tenuto l'incontro "Le potenzialità degli appalti pre-commerciali per la collaborazione pubblico-privata in sanità".

 

Locandina Evento MAGIC

 

L'incontro è l'occasione per approfondire i risultati del progetto Magic-Glass, cofinanziato dal programma di finanziamento europeo per la ricerca e l'innovazione Horizon 2020, e discutere durante la Tavola Rotonda di temi rilevanti quali gli appalti pre-commerciali e le pratiche innovative in ambito sanitario.

L'incontro è gratuito ed è gradita la conferma della propria parteciazione al numero 071-5906501 o all'indirizzo info@tech4care.it entro venerdì il 31 maggio 2018.

Scarica qui la locandina e il programma dell’evento.

Pubblichiamo le slide dell'evento di seguito: 

Innovation Procurement

Magic Glass 2018

Potenzialità Pre-commerciali

Tech4Care

Si terrà a BolognaFiere il 7 e 8 giugno l'evento Smau Bologna | R2B - Research to Business, di grande interesse per le imprese e i professionisti italiani operanti nei settori dell'innovazione e del mondo digitale. Ogni anno, a SMAU si trovano a discutere insieme di innovazione i big player del digital, le imprese, le startup, le pubbliche amministrazioni; quest'anno grazie ad un'agenda fitta di appuntamenti si parlerà, tra le varie tematiche di Open Innovation e start-up

Per il programma completo dell'evento, clicca qui e visita il sito ufficiale di SMAU

Il 29 gennaio 2018 alle ore 15, a Palazzo Li Madou di Ancona presso la sede della Regione Marche, si terrà l'incontro "Dalla ricerca al mercato, per un sistema Marche più competitivo".

bandi INDUSTRIALIZZAZIONE e PIATTAFORME COLLABORATIVE

L’incontro è l’occasione per presentare le nuove opportunità offerte dai due nuovi bandi a valere sul POR MARCHE FESR 2014-2020, quali:

  • Sostegno allo sviluppo di piattaforme tecnologiche di ricerca collaborativa, sviluppo ed innovazione negli ambiti della specializzazione intelligente
  • Ingegnerizzazione, industrializzazione dei risultati della ricerca e valorizzazione economica dell’innovazione

La partecipazione è gratuita ed è gradita la registrazione al seguente linkhttp://eepurl.com/dhtk6r

Scarica qui la locandina dell’evento.

Scarica qui il programma completo dell’evento.

Si terrà ad Ancona il 18 gennaio 2018 presso la sede della Regione Marche, Palazzo Li Madou,  via Gentile da Fabriano 2/4,  dalle ore 9:00 alle 15:00 la consultazione pubblicata sulla Gazzetta Europea, PIN (Prior Information Notice) n. 462645-2017, che ha lo scopo di fornire agli operatori economici le informazioni sulla fase iniziale della procedura di appalto pre commerciale prevista dal progetto STARS. Con l’avvio della fase di Open Market Consultation, i partner del progetto STARS intendono informare le imprese in merito alle finalità ed opportunità di finanziamento offerte dal progetto STARS per la realizzazione di soluzioni tecnologiche di eHealth ancora non disponibili sul mercato.

STARS project

Il progetto Horizon 2020 STARSEmpowering patients by professional STress Avoidance and Recovery Services, è un progetto finanziato dall’Unione Europea (H2020-EU.3.1.4. - Active ageing and self-management of health, SC1-PM-12-2016 - PCP - eHealth innovation in empowering the patient) coordinato dall’Università di Maastricht (Olanda), con la partecipazione di altri 10 partner europei. Il procurer italiano del consorzio è l’INRCA, responsabile scientifico: dott.ssa Barbini Norma, Osservatorio Epidemiologico dell’INRCA di Ancona (Tel 071.8004220 e-mail n.barbini@inrca.it).

Le imprese interessate possono partecipare all’iniziativa tramite pre-registrazione sul sito web di progetto, dove si possono trovare anche ulteriori informazioni inerenti il progetto STARS.

Ulteriori dettagli tecnici sono reperibili al seguente link: http://ted.europa.eu/udl?uri=TED:NOTICE:462645-2017:TEXT:EN:HTML&src=0

WATIFY Solution Award

WATIFY è un progetto finanziato dalla Commissione europea che mira a stimolare la trasformazione tecnologica delle PMI europee. Il WATIFY Solution Awards sta cercando la prossima PMI o start-up innovativa che, grazie all’adozione di tecnologie digitali o Key Enabling Technologies, potrebbe essere il simbolo dell’industria innovativa dell’Europa.

La prima edizione dell’evento si svolgerà il 15 e 16 novembre 2017 a Copenhagen, in Danimarca, nell’ambito delle finali mondiali della Creative Business Cup 2017.

Le prime cinque PMI o start-up saranno invitate a presentare la loro soluzione tecnologica davanti a una giuria di alto profilo composta da rappresentanti della DG GROW e dell’EASME.

Il vincitore:

  • Riceverà un premio di 1000 Euro;
  • Avrà l’opportunità di mostrare la propria trasformazione tecnologica attraverso un video promozionale;
  • Gli verrà assegnato un certificato di Diploma CBC/WATIFY;
  • Avrà l’opportunità di fare rete con imprenditori e investitori da tutto il mondo.

Possono partecipare le PMI e le start-up che hanno intrapreso o stanno intraprendendo trasformazioni tecnologiche innovative ad elevato impatto. In particolare la giuria cercherà di individuare PMI e start-up che hanno intrapreso o stanno intraprendendo trasformazioni creative:

  • Innovando in termini di tecnologia, prodotto o servizio;
  • Contribuendo al cambiamento delle catene di valore dell’industria e all’interno dell’azienda e / o ispirando nuovi modelli di business;
  • Mostrando proposizioni di valore uniche;
  • Con un potenziale di scalabilità.

Scadenza per l’application 24 ottobre 2017.
Per sapere di più, clicca qui

Per iscriverti, clicca qui

 

Le Marche parteciperanno allo Smau di Milano (dal 24 al 26 ottobre) con sette startup e tre aziende selezionate dagli organizzatori del “Premio innovazione Smau”.

SMAU 2017La Regione, in collaborazione con Smau, “ha aperto una manifestazione di interesse rivolta alle startup marchigiane disponibili a partecipare all’evento che si svolgerà a Fieramilanocity – spiega l’assessora Manuela Bora – Abbiamo selezionato sette startup da coinvolgere nelle diverse iniziative in programma, in rappresentanza del nostro ecosistema innovativo che si caratterizza per una forte vivacità imprenditoriale, per tecnologie e soluzioni innovative e per la capacità di creare relazioni e reti. Saremo presenti a Milano con esempi ed esperienze significative, in rappresentanza di tutto il variegato settore dell’innovazione che si sta affermando localmente”. 

Le sette startup selezionate con bando sono: Edilmag, Egg technology S.r.l, e-Lios, Mashcream, Neoscan, Ntp Nano Tech Projects S.r.l., Ubisive S.r.l.

Le aziende candidate al riconoscimento sono: Loccioni, Tigamaro, iGuzzini illuminazione spa.

La loro scelta è stata operata dal gruppo dei giornalisti dell’Osservatorio Smau, in quanto casi di successo marchigiani per l’attrazione degli investimenti, per la creazione di reti fra imprese, per la valorizzazione del capitale umano e per il marketing territoriale.

L’appuntamento internazionale di Milano, giunto alla54esima edizione, è un evento al quale prendono parte, ogni anno, alcune Regioni italiane con il proprio sistema dell’innovazione. Il programma prevede incontri e presentazioni per divulgare le esperienze nate sul territorio, stimolare le opportunità tra imprese e pubbliche amministrazioni, favorire contatti con operatori internazionali interessati a investire in Italia. “Con oltre 50 mila imprese, provenienti da tutti i settori merceologici, coinvolte ogni anno, nei suoi appuntamenti, Smau è la piattaforma di riferimento per dialogare direttamente con i sistemi produttivi sui temi dell’innovazione. Le Marche saranno tra le protagoniste di questa edizione”, conclude Bora.

Approfitta dell'ingresso offerto da Regione Marche. Iscriviti a SMAU attraverso questo link, crea la tua agenda di visita ed usufruisci dell'ingresso gratuito all'evento:

https://www.smau.it/invite/mi17/marche1/

Per la locandina dell'evento, clicca qui.

SMAU 2017 Regione Marche

 

Start up ed imprese marchigiane protagoniste a Smau Milano 2017, il Salone dell’innovazione e della tecnologia al servizio dell’impresa italiana. 

Grande interesse hanno suscitato nell’ambito dell’evento SMAU, le start-up proposte dalla Regione Marche, mentre tre imprese hanno ricevuto il Premio Smau Innovazione: iGuzzini, Loccioni, Tigamaro.

Le startup proposte dalla Regione Marche: E-Lios, Edilmag, Egg Tecnhology, Mashcream, Neoscan, NTP Nano Tech Projects, Ubisive, operano negli ambiti tematici individuati dalla smart specialisation strategy meccatronica, domotica, manifattura sostenibile e salute e benessere.

Per la rassegna stampa dell'evento dedicata alla Regione Marche, clicca qui.

logo elios

E-Lios: Nata nel 2007 come spin-off dell’Università di Camerino, e-Lios è una realtà in continua crescita nel campo dello sviluppo software. Dal 2009 e-Lios si occupa di sistemi ICT per la digitalizzazione, interconnessione, e ottimizzazione dei processi delle PMI del manifatturiero. Questi sistemi si sono evoluti oggi in soluzioni personalizzabili, complete ed integrate per il supporto della produzione e della supply chain nel settore INDUSTRIA 4.0. Il target di riferimento sono le PMI che vogliono entrare nella quarta rivoluzione industriale grazie a sistemi tecnologici personalizzati, efficienti e proattivi per il controllo della produzione, la gestione del magazzino, l’analisi dei dati e il controllo di gestione.

Per saperne di più, clicca qui.

logo edilmag

Edilmag: MISSION Edilmag sostiene il business delle imprese Edili, per lo più microimprese, ottimizzando i processi di approvvigionamento di materali/attrezzature e rendendo produttivo il magazzino edile e le relative giacenze. La piattaforma web/app consente di creare in modo semplice e veloce un inventario del magazzino e di condividere i materiali con le aziende sul portale, garantendo così una maggiore sostenibilità alle imprese, abbattendo i rischi di deperimento delle scorte e diminuendo i costi di trasporto. TARGET Edilmag si rivolge a imprese edili di tutte le dimensioni iscritte ad associazioni di categoria, Scuole e Casse edili. Utilizzabile gratuitamente dalla Protezione Civile, in casi di calamità naturale.

Per saperne di più, clicca qui.

logo egg technology

Egg Tecnhology: Egg technology ha sviluppato il prodotto Egg1, un sistema di generazione di energia elettrica, calore e climatizzazione che utilizza gas naturale e permette risparmi in bolletta fino al 70%, oltre a ridurre di almeno il 50% le emissioni di gas serra e del 100% le polveri sottili. Egg1 è in grado di produrre tutta l’energia elettrica, termica e frigorifera necessaria all’edificio durante l’anno. Il prodotto si adatta a qualsiasi edificio (industriale, commerciale, residenziale, pubblico) con superficie minima pari a 500m2. Dati gli alti risparmi conseguiti, i clienti interessati ad Egg1 sono sia privati che ESCo, entrambi attirati da un payback time che può essere minore dei 3 anni.

Per saperne di più, clicca qui.

logo mashcream

Mashcream: Mashcream è un nuovo modo di vivere l'esperienza gelato, preparato in maniera espressa di fronte agli occhi del cliente. Mashcream è innovazione di prodotto e di comunicazione, per parlare dell'Italia da scoprire nelle sue tradizioni e nei suoi percorsi turistici e culturali. Il gelato come primo prodotto food realizzato e presentato attraverso lo show cooking, in cui il consumatore sceglie gli ingredienti e personalizza un gelato del tutto esclusivo. Un innovativo concept di produzione espressa di gelato artigianale, senza impiegare il laboratorio di gelateria tradizionale. Mashcream offre una nuova esperienza per il consumatore e una concreta opportunità di animazione del punto vendita nel canale impulso.

Per saperne di più, clicca qui.

logo neoscan

Neoscan: Neoscan ti aiuta a monitorare e tracciare nel tempo i nei e lo stato della pelle. La mission è quella di sensibilizzare riguardo la prevenzione dermatologica e la cura dei disturbi cutanei, fornendo uno strumento utile per evidenziare anomalie che richiedano un successivo check medico. Il target di NeoScan è la persona attenta alla salute che vuole tenere sotto controllo lo stato della pelle monitorandone le caratteristiche e l'estetica. Vogliamo fare prevenzione attiva diffondendo l'app al pubblico e attraverso canali dedicati come le farmacie.

Per saperne di più, clicca qui.

logo NTP

NTP Nano Tech Projects: NTP Nano Tech Projects S.r.l. è una PMI Innovativa, nata nel 2012 ed operante nei settori delle biotecnologie e nanotecnologie, avente sede nelle Marche nella città di Sant'Angelo in Vado (Pesaro-Urbino). NTP è orientata verso la ricerca e lo sviluppo, nonché la realizzazione di soluzioni e prodotti per la rilevazione ottica in campo del biomedicale: la cattura, la gestione e il trasferimento di immagini di campioni istologici econ elevato vantaggio per l’inter-lavoro fra reparti o fra ospedali, e l’impiego di un’innovativa tecnologia per la rilevazione di virus basata su impiego di biosensori ottici e nano-particelle.

Per saperne di più, clicca qui.

logo ubisive

Ubisive: La nostra mission è migliorare l’esperienza del consumatore e facilitare la sua relazione con le aziende attraverso soluzioni di mobile e pervasive computing. Creiamo app di gestione e marketing su tutte le piattaforme e sistemi di interconnettività fra utente e ambiente come esperimenti di realtà immersiva e sistemi di omnicanalità utili ad acquisire informazioni su comportamenti e interazioni per migliorare la vita delle persone, l’organizzazione del lavoro e le performance dell’impresa. I settori di applicazione delle nostre tecnologie sono quelli in cui l’utente è al centro: retail, salute, cultura, servizi, IT.

Per saperne di più, clicca qui.

 

A Smau erano presenti anche gli “incubatori regionali” (organismi che offrono servizi alle start up) JCube, Bp Cube, Hub21, The Hive. Gli stand, allestiti con il contributo della Regione Marche, hanno visto un numero elevato di visitatori e le start up hanno avuto contatti sia con investitori istituzionali, che con imprese interessate a sviluppare collaborazioni o a entrare nel capitale delle nuove imprese.

Tre, inoltre, i casi di successo delle imprese marchigiane a cui è stato attribuito il premio SMAU innovazione:

logo iguzzini

IGuzzini è stata premiata per aver sviluppato un innovativo impianto d’illuminazione presso la Cappella degli Scrovegni di Padova, per migliorare la fruizione degli affreschi di Giotto. Integrando corpi illuminanti a LED e una gestione dell’impianto basata su IoT -Internet of things-, l’utilizzo dei sensori e un sistema in cloud, sarà possibile illuminare in modo dinamico la Cappella, per sfruttare in modo efficace luce naturale e luce artificiale e realizzare un’operazione di “restauro percettivo” assolutamente originale.

L’installazione di apparecchi Palco COB e Laser Blade, a elevato indice di resa cromatica – e adattati appositamente alle caratteristiche architettoniche del sito, garantisce già oggi una migliore percezione cromatica degli affreschi, in particolare per la lettura delle tonalità calde (giallo-arancio-rosso), esaltando le aureole e le dorature all’interno. L’impianto porta inoltre a un miglioramento immediato delle già ottimali condizioni conservative, con un azzeramento delle emissioni UV e IR per evitare il rischio di danneggiamento del ciclo pittorico. L’utilizzo di prodotti con tecnologia Tunable White, che consente di regolare la tonalità di luce bianca in modo dinamico al variare dell’intensità della luce naturale, assicurerà nella seconda fase la migliore percezione delle opere in tutti i momenti della giornata.

Nella prima fase, i sensori, progettati ad hoc per la Cappella dalla start up marchigiana WiSense, misureranno le variazioni della luce naturale; i dati raccolti permetteranno quindi di attivare, nella seconda fase, attraverso uno specifico algoritmo evoluto, un sistema dinamico di luce intelligente, in grado di adattare la luce artificiale al modificarsi delle condizioni ambientali e apportare benefici di natura visiva e conservativa. La luce artificiale interagirà quindi dinamicamente con la luce naturale e si autoregolerà in temperatura, colore e intensità fino al raggiungimento dei valori necessari a consentire sempre la migliore percezione possibile delle opere.

L’obiettivo è arrivare ad avere una modalità di illuminazione che sia altamente soddisfacente sia dal punto di vista qualitativo che quantitativo, regolabile in tempo reale per seguire i cambiamenti della luce naturale, in relazione alle stagioni, alle variazioni climatiche, agli orari della giornata.

Per saperne di più, clicca qui.

Per vedere la videointervista della SmauTV al caso di successo iGuzzini, clicca qui.

logo loccioni

Loccioni ha avuto il riconoscimento per un sistema robotico. Il paradigma dell’industria 4.0 richiede sempre più flessibilità e modularità nella produzione, principi declinati e inclusi nel sistema robotico modulare progettato e realizzato dalla Loccioni. Il sistema consiste di quattro principali moduli ognuno con una propria intelligenza e interconnessi: una base robotica modulare, un braccio antropomorfo, un sistema di guida dell’end effector basato su stereo visione e una serie di strumenti collocati sull’end effector del robot che cambiano a seconda del compito che si deve svolgere. La caratteristica principale del sistema è che ciascun modulo è dotato di un’intelligenza propria in grado di comunicare tra loro e agire autonomamente. In particolare, il sistema è in grado di riconoscere e decidere il punto di riferimento per l’operazione da effettuare, grazie ad una rete neurale che, partendo dall’immagine generata dalla stereo visione, decide l’esatto punto da cui partire. La rete neurale, dopo un training iniziale, riesce a riconoscere il riferimento che di volta in volta viene usato e nel caso di un nuovo modello si riconfigura senza dover ripetere l’intero training. Inoltre la soluzione sviluppata può essere integrata usando diversi robot, grazie ad un’interfaccia sviluppata e chiamata Open Robotic Interface. In questo senso quindi il sistema robotico nel suo complesso ha una architettura modulare e interscambiabile che garantisce la riconfigurazione e l’adattabilità rapida di ogni modulo in modo da permettere lo svolgimento di compiti e applicazioni molto differenti tra loro. La soluzione al momento è stata implementata e testata nel settore della produzione aeronautica.

Per saperne di più, clicca qui.

logo tigamaro

Tigamaro è stata premiata per la creazione di reti, per la valorizzazione del capitale umano e per il marketing territoriale. TIGAMARO ha sviluppato un software per la gestione integrata della produzione, integrato con l’ERP di gestione dell’avanzamento delle commesse. TIGAMARO non solo è in grado di programmare logiche complesse di ordini automatici ai fornitori, tenendo traccia dello stato di avanzamento delle commesse, ma anche di formulare consuntivi in tempo reale dei tempi e delle quantità prodotte presso ogni fornitore. Vista l’alta qualità del prodotto realizzato, è diventato indispensabile per TIGAMARO dotarsi di un sistema per la tracciabilità dei processi di produzione. Un software che consente l’etichettatura del prodotto offrendo un servizio di altissime livello ai grandi marchi del lusso che, integrandosi con un’applicazione mobile per smartphone pensata per il consumatore finale, consente l’identificazione geografica del prodotto. Infine, per velocizzare la tracciabilità e lo smistamento dei documenti e in considerazione degli alti volumi di materiale gestiti dai magazzini, la TIGAMARO ha sviluppato un software per la digitalizzazione dei documenti di trasporto e delle fatture.

In questo contesto, TIGAMARO ha potuto sviluppare un’automazione innovativa nel settore, integrata però dalla presenza di personale altamente specializzato: gli investimenti in automazione e nuovi macchinari sempre più moderni sono stati consistenti.

Il modello produttivo di TIGAMARO, che coniuga artigianalità e automazione, si è dimostrato vincente per l’azienda e attrattivo per i giovani, che possono dopo un percorso formativo in azienda, apportare le proprie nuove competenze trasversali all’impresa. Non solo: TIGAMARO, con la sua capacità di risposta in termini di sviluppo e di mobilitazione dell’indotto, ha apportato un forte contributo alla ripresa sociale ed economica del territorio, già provato dal terremoto.

Per saperne di più, clicca qui.

E' partita il 29 settembre 2017 da San Severino Marche la seconda edizione di #marcheuropa, il ciclo di seminari organizzato dal Consiglio regionale con l'Istao (Istituto Adriano Olivetti). Cinque appuntamenti formativi dedicati alle Marche della Rinascita: resilienti, intelligenti, sostenibili, solidali, inclusive. Le novità del secondo anno sono state illustrate il 21 settembre 2017 durante la presentazione a Palazzo delle Marche dall'Ufficio di presidenza. “Il tema è quello della Rinascita, con un'attenzione particolare all'Appennino e alle aree interne, i territori più colpiti dal sisma” – spiega il presidente Mastrovincenzo. Da qui la scelta di rendere #marcheuropa itinerante, coinvolgendo tutte le province e individuando cinque potenziali leve di sviluppo. “Il principale obiettivo – prosegue Mastrovincenzo - è quello di dare agli amministratori locali l'opportunità di confrontarsi con studiosi, rappresentanti del mondo accademico, imprenditori, sindacalisti, su argomenti strategici per la regione. I temi affrontati spaziano dallo sviluppo post-sisma all'innovazione, dalla sostenibilità ambientale alla solidarietà e al tema finale del lavoro”.

Per il programma completo di #marcheuropa, clicca qui.

Il 13 ottobre 2017 ad Amandola, presso l'Auditorium "Vittorio Virgili" si terrà la seconda delle cinque tappe di #marcheuropa, il programma di seminari formativi per gli amministratori locali, dal titolo LE MARCHE DELLA RINASCITA - MARCHE INTELLIGENTI. A seguire il programma completo del seminario.

LE MARCHE DELLA RINASCITA - MARCHE INTELLIGENTI

 

Venerdì 15 settembre presso la sede regionale del Palazzo Li Madou, Ancona, si è tenuto il seminario MANIFATTURA E LAVORO 4.0 - Rilanciare gli investimenti e valorizzare il capitale umano per la crescita del sistema Marche. Nel corso dell'incontro sono state approfondite le opportunità ed i rischi legati ad una produzione industriale sempre più automatizzata ed è stato presentato un "case history" di connubio virtuoso tra hi-tech e tradizione.

Evento Manifattura e Lavoro 4.0

Per il programma completo del seminario, clicca qui.

Per le slides di presentazione bando Manifattura e Lavoro 4.0, clicca qui.

Per le slides della Ricercatrice CNR-ITIA, Rosanna Fornasiero - Industria 4.0: opportunità e rischi, clicca qui.

Per le slides del Direttore Generale La Manuelita, Giordano Torresi - Case history: un connubio virtuoso tra hi-tech e tradizione, clicca qui.

Venerdì 16 giugno 2017, presso la Loggia dei Mercanti, si è tenuto il convegno sul processo di scoperta imprenditoriale “Le Marche verso la specializzazione intelligente”.

Un appuntamento questo, per il seminario sulla “smart specialisation strategy”, la specializzazione intelligente e le strategie d’innovazione concepite a livello regionale per valorizzare gli ambiti produttivi di eccellenza. A seguire la brochure della strategia di ricerca ed innovazione per la specializzazione intelligente nelle Marche:

Durante il pomeriggio è stato anche presentato il bando “Manifattura e lavoro 4.0" ed è stata lanciata la piattaforma Marche Innovazione. Un unico evento che ha riunito il mondo delle imprese, delle istituzioni, delle associazioni di categoria, delle università e della ricerca. Numerosi gli interventi che si sono susseguiti.

Convegno Specializzazione Intelligente

La platea durante uno degli interventi del convegno “Le Marche verso la specializzazione intelligente”.

A seguire il programma completo del convegno.

E' possibile visualizzare i video e le presentazioni degli interventi, la galleria completa delle immagini, nonché partecipare attivamente alle discussioni avviate, sul Social di Marche Innovazione.